top of page

Un solo errore e perdi oltre il 90% dei clienti

Molto spesso ci capita di non riuscire a capire come mai non stiamo raggiungendo i nostri ๐จ๐›๐ข๐ž๐ญ๐ญ๐ข๐ฏ๐ข ๐๐ข ๐ฆ๐š๐ซ๐ค๐ž๐ญ๐ข๐ง๐ , nonostante siamo certi di avere pianificato nei dettagli la nostra campagna.

Sito meraviglioso, blog perfetto, sotto i nostri post appaino anche commenti carini perรฒ, alla fine, ci troviamo con ๐’—๐’†๐’๐’…๐’Š๐’•๐’† ๐’‘๐’‚๐’“๐’Š ๐’‚ ๐’›๐’†๐’“๐’. Qui iniziamo a dare un primo dato che merge dalle ricerche di societร  specializzate: in genere solo il 4% dei visitatori di un sito viene convertito in persone che vogliono realmente comprare il nostro prodotto.

Solitamente questo accade quando trascuriamo una strategia che non abbiamo pensato di aggiungere al nostro piano d'azione, oppure banalmente non la stiamo usando nel modo corretto.

Stiamo parlando del ๐’“๐’†๐’Ž๐’‚๐’“๐’Œ๐’†๐’•๐’Š๐’๐’ˆ.

Per rimediare a questo problema che puรฒ causare gravi perdite alla nostra azienda possiamo utilizzare il remarketing, che accoglierร  nuovamente le persone che si allontanate da noi e le convertirร  in clienti. Il remarketing, detto anche ๐’“๐’†๐’•๐’‚๐’“๐’ˆ๐’†๐’•๐’Š๐’๐’ˆ, รจ un modo efficace per coinvolgere nuovamente le persone che hanno interagito con il nostro sito, con la nostra lettera di vendita o con il nostro prodotto.


๐‘ช๐’Š ๐’…๐’‚ ๐’๐’‚ ๐’‘๐’๐’”๐’”๐’Š๐’ƒ๐’Š๐’๐’Š๐’•ร  ๐’…๐’Š ๐’Ž๐’๐’”๐’•๐’“๐’‚๐’“๐’† ๐’‚๐’๐’๐’–๐’๐’„๐’Š ๐’‘๐’–๐’ƒ๐’ƒ๐’๐’Š๐’„๐’Š๐’•๐’‚๐’“๐’Š ๐’”๐’‘๐’†๐’„๐’Š๐’‡๐’Š๐’„๐’Š ๐’‚ ๐’„๐’‰๐’Š ๐’‰๐’‚ ๐’—๐’Š๐’”๐’Š๐’•๐’‚๐’•๐’ ๐’Š๐’ ๐’๐’๐’”๐’•๐’“๐’ ๐’”๐’Š๐’•๐’ ๐’ ๐’–๐’•๐’Š๐’๐’Š๐’›๐’›๐’‚๐’•๐’ ๐’–๐’๐’ ๐’…๐’†๐’Š ๐’๐’๐’”๐’•๐’“๐’Š ๐’”๐’•๐’“๐’–๐’Ž๐’†๐’๐’•๐’Š ๐’…๐’Š๐’ˆ๐’Š๐’•๐’‚๐’๐’Š, ๐’”๐’†๐’ˆ๐’–๐’†๐’๐’…๐’๐’๐’ ๐’Ž๐’†๐’๐’•๐’“๐’† ๐’†๐’๐’•๐’“๐’‚ ๐’Š๐’ ๐’‚๐’๐’•๐’“๐’Š ๐’”๐’Š๐’•๐’Š.

Secondo un recente studio (https://www.readycloud.com), i clienti che rivedono gli annunci pubblicitari di prodotti che hanno visualizzato hanno il ๐Ÿ•๐ŸŽ% ๐’Š๐’ ๐’‘๐’Šรน ๐’…๐’Š ๐’‘๐’“๐’๐’ƒ๐’‚๐’ƒ๐’Š๐’๐’Š๐’•ร  di acquistare.

Molto spesso ci vuole piรน di una singola pubblicitร  per portare una vendita. Quindi non ha molta importanza il settore nel quale operiamo o quale potrebbe essere il nostro obiettivo: il ๐’“๐’†๐’Ž๐’‚๐’“๐’Œ๐’†๐’•๐’Š๐’๐’ˆ รจ un fantastico modo per aumentare le conversioni e riportare i clienti che hanno giร  fatto acquisti da noi o che hanno interagito con noi.

Ancora una volta, come spesso dico, non basta perรฒ inviare un mucchio di comunicazioni a caso ed a tutti. Bisogno fare una opera di pulizia delle nostre liste contatti, escludere piรน persone possibili in modo da rimanere ๐’‡๐’๐’„๐’‚๐’๐’Š๐’›๐’›๐’‚๐’•๐’Š su una nostra specifica nicchia di mercato. Come vediamo. il concetto di focus torna sempre e comunque a guidare le nostre scelte di marketing, fino a renderle altamente performanti.

A presto



6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Hai mai pensato di non essere normale?

Ci sono due tipi di persone: persone normali e "pazzi". Le persone normali vanno in vacanza, prendono il sole, si rilassano e ricaricano le batterie prima di tornare al lavoro. I "pazzi" sono andati i

Comments


bottom of page