top of page

Il venditore, suggerimenti di verifica - capitolo quarto

Ogni attività, ed in particolare la nostra, richiede una definizione quanto più precisa possibile delle cosiddette "mappe":

obiettivi, azioni, verifiche.

Personalmente mi sono abituato ad utilizzare questi schemi, molto semplici e quindi veloci nel controllo. Queste idee le utilizzo prima, durante e dopo, così da avere nella mia tabella "mentale" e fisica una traccia del lavoro svolto ed un termine di confronto con colleghi, sempre con il desiderio di migliorare le mie prestazioni e di acquisire nuove competenze.

Prima mappa:

  • Cerco di darmi un obiettivo chiaro e di definire esattamente ciò che voglio ottenere con la mia visita

  • Agisco di conseguenza

  • Verifico i risultati che ha dato quell'azione

  • Cerco di modificare i miei comportamenti finché non riesco ad ottenere ciò che mi ero proposto

Seconda mappa:

  • Cosa debbo fare prima di tutto per centrare il target prefissato

  • Cosa mi impedisce di raggiungerlo

  • Cosa posso fare per modificare la situazione

Terza mappa:

  • Ho svolto con il mio interlocutore un colloquio finalizzato?

  • Ho fornito al mio interlocutore delle buone ragioni, che possono essere importanti per lui, credibili e che diano un vantaggio competitivo, per spingerlo ad avere fiducia ed a preferirmi e, come conseguenza, preferire la mia azienda ad altri?

Io utilizzo questo schema ogni volta che programmo una settimana lavorativa che prevede visite ed incontri, siano essi di persona o "digitali", visto che non sempre e non in tutti i luoghi è possibile essere presenti. Sono certo che molte altre persone avranno degli schemi e delle mappe per la vendita diverse da queste.

Nel mio percorso di crescita le ho trovate utili e le ho adattate al mio modo di agire, spero possano essere interessanti per altre persone che cercano sempre il meglio in quello che fanno.

A presto!



7 visualizzazioni0 commenti

Σχόλια


bottom of page