top of page

Il venditore e il suo duro allenamento. Capitolo terzo

Chiunque segua il mondo dello sport o della attività sportive, assocerà sicuramente la parola fuoriclasse ad uno o più nomi. A secondo del luogo dove uno vive, il termine si legherà a un calciatore o calciatrice, ad un giocatore di football piuttosto che ad un nuotatore o nuotatrice e così via; queste considerazioni possono valere non sono per gli atleti ma anche per artisti, cantanti, poeti e così via.

Insomma, in ogni ambito possiamo usare come esempio, ci saranno sempre uno o più individui che spiccano si tutti per i loro risultati. Sono certo che anche nel mondo della vendita o della comunicazione o del marketing ci siano e ci vengono in mente delle persone che ammiriamo o cerchiamo di imitare per i loro risultati.

Ma cosa hanno in comune queste persone? Cosa le lega, quale è il comune denominatore?

La prima cosa che spesso ci potrebbe venire in mente è il talento, però la risposta sarebbe alquanto scontata e, come spesso capita, le cose scontate non solo quelle corrette né quelle di valore. Per essere veramente al top ed essere considerato il migliore in quello che si fa, infatti, ciò che conta di più non è la predisposizione. Quella è la base da cui partire e di certo è un grande vantaggio, ma la cosa fondamentale è sempre e solo una; l'allenamento costante, la voglia di migliorarsi sempre.

Puoi avere la migliore capacità di rapportarti con le persone, puoi essere predisposto alla trattativa più di altri, puoi essere naturalmente predisposto alla vendita, ma se ogni giorno che passa quelle tue capacità non le alleni con costanza, quotidianamente, chiunque abbia più buona volontà di te assorbirà le basi e nel tempo supererà il talento naturale con l'applicazione costante!

Potremmo fare una lunga lista di talenti sprecati in ogni campo della nostra vita, dallo sport al lavoro. Però credo che il concetto che sto cercando di esprimere sia chiaro.

Il dato sul quale voglio riflettere e spero porti tutti a fare qualche riflessione è che l'allenamento non è una prerogativa che vale solo per lo sport o per gli artisti, ma anche per quello che facciamo noi come lavoro, che siamo imprenditori o consulenti, dipendenti o liberi professionisti nulla cambia, la forza dell'allenamento con costanza per la ricerca della prestazione migliore sarà quello che ci farà emergere o ci rendere differenti (ricordate il concetto della idea differenziante) e più performanti. Purtroppo, non sono elementi che si notano subito ma non per questo dobbiamo mollare il nostro allenamento all'attività quotidiana.

Anche nel mondo del business, se vogliamo portare avanti una attività o crescere all'interno della stessa, per arrivare al livello dei fuoriclasse, dobbiamo saper partire con il piede giusto e allenare ogni giorno tutte le nostre capacità che servono per raggiungere la tanto desiderata meta.

Rispetto agli sportivi noi abbiamo un problema in più: pochi ci insegnano a diventare veramente i numeri uno nel nostro settore, che sia quello dell'imprenditore o del dirigente o del dipendente. E, a volte nemmeno abbiamo la voglia di accettare gli insegnamenti.

Insomma, per diventare grandi nel nostro ambito, serve un allenamento intensivo e costante? Siamo pronti a sudare per raggiungere i nostri traguardi?

A presto!



1 visualizzazione0 commenti

コメント


bottom of page